Ho finito faticosamente di leggere “il regno” di Emmanuel Carrère. Faticosamente perché si tratta di un viaggio nei tormenti spirituali dell’autore che si contorce per 428 pagine in cerca di una risposta al fondamentale quesito se essere un cattolico credente o no. Le ultime parole del libro sono: “non lo so”. C’è tempo per un altro libro.
Potrò sembrare eccessivamente caustico, ma devo ammettere che gli esami di coscienza hanno sempre avuto per me scarsa attrazione, sin da quando adolescente in un collegio di Barnabiti mi toccava farli ogni quaresima; non mi interessavano i miei, figurarsi quelli degli altri.
Naturalmente il libro di Carrère, scrittore e autore di testi cinematografici e televisivi, è scritto bene, in alcune parti riesce a catturare l’attenzione sul protagonista che, come in tutte le autobiografie (perché di questo essenzialmente si tratta), è l’autore stesso.
Le parti più interessanti di questo testo sono però a mio avviso quelle che ricostruiscono la genesi dei Vangeli (in particolare quelli di Luca e Matteo) e la ricostruzione della figura di Paolo di Tarso che incombe nel lungo viaggio che l’autore compie alla ricerca di se stesso. Quando emerge lo storico il racconto prende quota e l’enigma del successo bimillenario del cristianesimo appare in tutte le sue contraddizioni. In queste parti ci sono pagine straordinarie che valgono tutto il libro e che hanno il pregio per un liberale appassionato di storia come me di semplificare senza distorcere il grande affresco che nei secoli – nel bene e nel male – il messaggio evangelico, rilanciato e “organizzato” da Paolo, ha avvolto la cultura europea. Alcune ricostruzioni sono parto della fantasia accattivante di Carrère, il quale non esita a immaginarsi come un Luca narrante, ma anche in questi casi l’umanizzazione dei comportamenti resta correttamente separata dal rigore storico documentato. Un libro dunque che il “liberale qualunque” consiglia a chi ha un po’ di tempo e altrettanta pazienza.

 

Franco Chiarenza
20 marzo 2017

 

Emmanuel Carrère – Il Regno – Adelphi (Milano 2015) – pag. 428, euro 22

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.